Skip to content

Memory: una sedia senza forma

24/01/2011

Memory è una seduta che completa il proprio design trasformando la sua silhouette.

Per questo progetto, il designer Tokujin Yoshioka, ha ideato un tessuto speciale con alluminio riciclato e ha studiato come creare una sedia che si trasforma e memorizza la propria forma.

Questa sedia punta a richiamare la bellezza che si trova in natura, con le sue espressioni sempre mutevoli, dando l’impressione che il progetto non esista neppure”.

Memory è il  progetto di Tokujin Yoshioka per Moroso del 2010, frutto dell’originalità poetica del designer giapponese, sempre capace di sperimentare e sorprendere con la sua immaginazione.

La seduta è confortevole e grazie all’unicità del rivestimento tecnico, le si può dare la forma desiderata. Un gioco d’ interazione libera fra l’oggetto e il fruitore, che interviene direttamente nel processo creativo modellando l’anatomia del prodotto. L’importanza è quindi nella gestualità che istituisce un legame fisico nel momento stesso dell’uso. Il risultato è una bellezza data dall’irregolarità, dalla manualità e dalla mutevolezza dell’aspetto.

Il tessuto, fibra di cotone con un’anima di alluminio, è il risultato di numerosi esperimenti condotti personalmente dal designer su un materiale nato per l’edilizia. L’elevata qualità materica è data anche dalla combinazione di alluminio, di cui il tessuto conserva la duttilità e la malleabilità, e della tela di cotone, che ne garantisce la non fragilità.

Tokujin Yoshioka nasce in Giappone nel 1967.
Dopo aver studiato a lungo con Shiro Kuramata e Issey Miyake, con cui collabora da oltre vent’anni, nel 2000 apre a Tokyo il proprio studio elaborando numerosi progetti a fianco di stilisti di moda, progettando, tra l’altro, gli store Issey Miyake e A-POC e realizzando l’installazione intitolata Issey Miyake Making Things per la fondazione Cartier di Parigi. Tokujin Yoshioka ha ricevuto numerosi riconoscimenti e la sua opera è esposta nelle collezioni permanenti dei più prestigiosi musei di tutto il mondo: il Museum of Modern Art a New York, il Centre Pompidou a Parigi, il Vitra Design Museum a Weil am Rhein (Basilea) e il Victoria & Albert Museum a Londra.

link: http://www.moroso.it

 

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: